NEWS

Bando per la concessione degli aiuti di cui al decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, coordinato con la legge di conversione 21 maggio 2021, n. 69, all’art. 2 “Misure di sostegno ai comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici”.

ATTIVITÀ DEL SETTORE TURISTICO-RICETTIVO

Il bando è finalizzato a sostenere, mediante un intervento di ristoro, le imprese del settore turistico-ricettivo dei comuni del Veneto ubicati all’interno di comprensori sciistici.

Il bando è rivolto alle PMI dei seguenti Comuni:
a) Comuni interessati dalla presenza di impianti sciistici:
➢ Provincia di Belluno: Alleghe, Auronzo di Cadore, Belluno, Colle Santa Lucia, Comelico Superiore, Cortina d’Ampezzo, Falcade, Feltre, Fonzaso, Gosaldo, Livinallongo del Col di Lana, Pedavena, Rocca Pietore, San Vito di Cadore, Val di Zoldo, Vigo di Cadore.
➢ Provincia di Verona: Malcesine, Ferrara di Monte Baldo.
➢ Provincia di Vicenza: Asiago, Gallio, Lastebasse, Lusiana Conco, Recoaro Terme, Roana.
b) Comuni limitrofi:
➢ Provincia di Belluno: Agordo, Borca di Cadore, Calalzo di Cadore, Canale d’Agordo, Ponte nelle Alpi, San Nicolò di Comelico, San Tomaso Agordino, Santo Stefano di Cadore, Taibon Agordino, Vodo Cadore, Voltago Agordino.
➢ Provincia di Verona: Brentino Belluno, Caprino Veronese, San Zeno di Montagna.
➢ Provincia di Vicenza: Arsiero, Foza, Rotzo, Tonezza del Cimone.

Hanno un codice ATECO primario o secondario tra quelli di seguito elencati:
● Strutture ricettive alberghiere: alberghi o hotel; villaggi-albergo; residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi. (Codice ATECO 55.1 primario o secondario);
● Strutture ricettive all’aperto: villaggi turistici e campeggi (Codice ATECO 55.3 primario o secondario);
● Strutture ricettive complementari: alloggi turistici; case per vacanze; unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast, rifugi alpini (Codice ATECO 55.2 primario o secondario).
● Altre attività turistico-ricettive: imprese agrituristiche ai sensi della L.R. 28/2012 che svolgono attività di alloggio connesse all’azienda agricola (Codice ATECO 55.20.52 primario o secondario).

La sede operativa dovrà essere ubicata ad una altitudine superiore a 600 m s.l.m.

Le imprese, di cui all’art. 4 comma 3, devono avere avuto un calo del fatturato pari almeno al 30% con riferimento al periodo compreso fra il 1° dicembre 2020 e il 30 aprile 2021 rispetto al medesimo periodo della stagione sciistica 2018-2019.

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità.

L’entità dei ristori è erogata tenendo conto del calo di fatturato dell’impresa a seguito della chiusura degli impianti nella stagione sciistica 2020-2021 ed è parametrata al numero dei posti letto.

Ristoro massimo: 200.000€ per ogni unità operativa

L’importo del ristoro potrà essere ridotto proporzionalmente, in relazione al numero delle domande che saranno ammesse.

Dotazione finanziaria: euro 26.132.479,00

Presentazione della domanda: dalle ore 10.00 del giorno 28 aprile 2022, fino alle ore 16.00 del giorno 30 maggio 2022.

Per maggiori informazioni e assistenza sui bandi: