NEWS

Bando per la concessione di contributi ai luoghi storici del commercio per far fronte alle conseguenze dell’epidemia di COVID-19.

DGR n. 617 del 19 maggio 2020

Spese effettuate dal 11 marzo 2020 al 31 ottobre 2020:


a) Interventi per la messa in sicurezza degli ambienti di lavoro in connessione alle disposizioni normative in materia di emergenza da COVID-19: strumenti, attrezzature, arredi per la sicurezza e sanificazione degli ambienti; DPI (max 500€).
b) Software, hardware, brevetti, licenze, programmi informatici, soluzioni tecnologiche/digitali per innovazione del sistema distributivo, soluzioni digitali per gestire gli ordinativi on-line e la consegna di merci a domicilio;
c) Cicli, ciclomotori e motocicli elettrici per utilizzo strettamente correlato all’attività (max 3.000 €).

Attività commerciali iscritte al 30 aprile 2020 nell’elenco regionale dei luoghi storici del commercio:

a) Attività commerciali al dettaglio su area privata (ad esclusione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità di cui all’All.1 del DPCM 11 marzo 2020);
b) Attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, anche interni ad alberghi o locande purché aperti al pubblico;
c) Attività artigianali con annessa attività di vendita.

Contributo a fondo perduto dell’80% delle spese ammissibili.
Spesa minima 1.000 €.
Contributo massimo 7.000€, corrispondente ad una spesa pari o superiore a 8.750 €.
Agevolazione concessa in “de minimis”.

Dotazione finanziaria
Euro 2.000.000 (due milioni/00)

Dalle ore 10.00 del 1 giugno 2020 fino alle ore 17.00 del giorno 22 giugno 2020, tramite PEC all’indirizzo industriartigianatocommercioservizi@pec.regione.veneto.it
Valutazione delle domande in ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
La Regione si riserva di procedere a scorrimento in relazione a ulteriori risorse disponibili.

Per maggiori informazioni e assistenza sui bandi: