NEWS

Bando per l’erogazione di contributi alle PMI giovanili. Anno 2021

DGR n. 1158 del 17.08.2021

 

Finalità

Con questo bando la Regione del Veneto intende promuovere e sostenere le piccole e medie
imprese (PMI) giovanili nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi quale fattore determinante dello sviluppo economico e sociale del Veneto.

 

Progetti di investimento volti alla realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali
o allo sviluppo di attività esistenti.

Sono ammissibili le spese relative a beni materiali, beni immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature;
b) arredi;
c) negozi mobili;
d) autocarri a esclusivo uso aziendale;
e) oneri notarili connessi alla costituzione della società;
f) software e realizzazione di sistemi di e-commerce;
g) spese generali;
h) opere murarie e di impiantistica.

Il progetto deve essere concluso ed operativo entro il 31 gennaio 2023, rendicontato entro il 9 febbraio 2023.

Micro, piccole e medie imprese (PMI) venete, anche inattive, dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi, con codice ATECO indicato in Allegato B, che rientrano in una delle seguenti tipologie:

i) imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni;

ii) società e cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile.

Contributo minimo 7.500€ su spesa minima di 25.000€.

Contributo massimo di 51.000€ su spesa pari o superiore a 170.000€.

Contributo concesso in “de minimis”. Cumulabile con aiuti di Stato.

 

Dotazione finanziaria iniziale: euro 3.000.000,00 (tremilioni/00).

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 di lunedì 20 settembre 2021, fino alle ore 12.00 di giovedì 30 settembre 2021.

Procedura valutativa con procedimento a graduatoria in due fasi:

a) PRIMA FASE: alla chiusura dei termini di presentazione delle domande è generata una
graduatoria provvisoria predisposta mediante l’attribuzione automatica di un punteggio
basato sulla rispondenza del progetto imprenditoriale ai criteri oggettivi indicati dal bando.

b) SECONDA FASE: saranno ammesse all’agevolazione, in ordine decrescente di punteggio, tutte le domande valutate positivamente con riferimento al contenuto del progetto.

Per maggiori informazioni e assistenza sui bandi: