Cerca
Close this search box.

NEWS

For.Te, aprono i nuovi sportelli informativi di Confcommercio. Bertin: “Formazione e aggiornamento leva per la competitività delle imprese”

Confcommercio Veneto inaugura, presso le sue sette sedi provinciali, i nuovi sportelli informativi del fondo per la formazione continua dei dipendenti del settore terziario: commercio, turismo, servizi, logistica, spedizioni e trasporto. Un team di esperti a disposizione per illustrare le modalità di accesso e di utilizzo dei contributi e i vantaggi per i dipendenti.

Il presidente Bertin: “Formazione e aggiornamento leva per la competitività delle imprese”.

(Venezia, 8/7/2022) – La formazione continua del personale è uno degli aspetti più delicati, ma anche più importanti per ogni azienda: un passaggio chiave per ogni impresa che voglia essere non solo rispettosa delle normative vigenti, ma anche competitiva.

Con queste premesse le sette sedi delle Confcommercio provinciali inaugurano i nuovi sportelli informativi For.Te, spazi dedicati agli imprenditori che vogliano conoscere le numerose opportunità offerte da For.Te, il fondo paritetico interprofessionale finalizzato alla promozione di attività di formazione rivolte ai lavoratori occupati nel settore terziario: scelto da più di 130.000 aziende associate a Confcommercio, coinvolge più di 1.300.000 lavoratori dipendenti. Al Fondo aderiscono e possono aderire anche aziende di altri settori economici.

Di fronte a un mercato del lavoro estremamente complesso e in continua evoluzione, che richiede competenze sempre più tecniche e specifiche, investire nella formazione aziendale diventa una scelta strategica decisiva per fronteggiare la concorrenza dei propri competitor e al contempo aumentare fiducia e motivazione dei dipendenti.

Il Fondo For.te è un organismo senza scopo di lucro, di natura associativa promosso da Confcommercio Imprese per l’Italia e mette a disposizione, attraverso avvisi periodici, risorse per il finanziamento di piani formativi aziendali, territoriali, settoriali con l’obiettivo di supportare la qualificazione professionale, lo sviluppo occupazionale e la competitività imprenditoriale delle piccole, medie e grandi imprese del territorio. L’adesione a For.Te. è gratuita e dà la possibilità di reinvestire parte dei contributi, versati obbligatoriamente dall’impresa all’INPS, in azioni formative gratuite per i lavoratori.

Presso ciascuno degli sportelli informativi For.Te, uno per ogni provincia del Veneto, sarà presente un team di esperti per illustrare le caratteristiche del fondo, le modalità di accesso, visionare gli avvisi periodici e per una prima analisi dei bisogni formativi dei lavoratori.

Così il presidente di Confcommercio Veneto, Patrizio Bertin, commenta l’iniziativa: “Che la formazione fosse un elemento cardine nella valorizzazione delle risorse umane all’interno delle aziende, credo fosse un dato acquisito da molti. La pandemia, con la quale, purtroppo, continuiamo a dover fare i conti, questo concetto lo ha “esploso” mettendo in chiaro come formazione e aggiornamento siano leva per la competitività delle imprese e fattori in grado di fidelizzare all’azienda i propri collaboratori. Sapere che le nostre imprese – sottolinea Bertin – possono ora usufruire delle risorse messe a disposizione dal Fondo For.Te, presente capillarmente sul territorio con sportelli informativi in ognuna delle associazioni aderenti a Confcommercio Veneto, permette alle stesse imprese di “mettere a terra”, nel proprio ambito locale, azioni formative di grosso livello”.