Cerca
Close this search box.

NEWS

Bando per l’erogazione di contributi alle PMI giovanili. Anno 2024

DGR n. 92 del 12.02.2024

 

Finalità

Con questo bando la Regione del Veneto intende promuovere e sostenere le piccole e medie
imprese (PMI) giovanili nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi quale fattore determinante dello sviluppo economico e sociale del Veneto.

 

Progetti di investimento volti alla realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali
o allo sviluppo di attività esistenti.

Sono ammissibili le spese relative a beni materiali, beni immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature;
b) arredi;
c) negozi mobili;
d) autocarri furgonati a esclusivo uso aziendale;
e) software, realizzazione di siti web e di e-commerce;
f) opere murarie e di impiantistica;
g) spese generali.

Il progetto deve essere concluso ed operativo entro il 16 dicembre 2024, rendicontato entro il 19 dicembre 2024.

Micro, piccole e medie imprese (PMI) venete, anche inattive, dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi, con codice ATECO indicato in Allegato B, che rientrano in una delle seguenti tipologie:

i) imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni;

ii) società e cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile.

Contributo minimo 6.000€ su spesa minima ammissibile di 20.000€.

Contributo massimo di 51.000€ su spesa pari o superiore a 170.000€.

Contributo concesso in “de minimis”. Cumulabile con aiuti di Stato.

 

Dotazione finanziaria iniziale: euro 2.000.000,00 (due milioni).

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 di martedì 5 marzo 2024, fino alle ore 12.00 di martedì 19 marzo 2024.

Alla chiusura dei termini di presentazione delle domande è definita una graduatoria provvisoria formata mediante l’attribuzione di un punteggio basato sui criteri di priorità elencati nella tabella di cui all’articolo 18, paragrafo 18.1 del bando. Seguirà la valutazione dei progetti.

Per maggiori informazioni e assistenza sui bandi: